SISTEMA COSTRUTTIVO PANNELLO BRIK
A secco integrabile, facile, veloce e pulito.
Da utilizzare in ambienti interni, esterni, ambienti umidi.

Prodotto specifico per la bioedilizia.


Brik è un pannello in calcestruzzo di argilla espansa idrofobizzato, non assorbe acqua, con gli incastri sui quattro lati agevola la posa in opera, è di facile applicazione, è robusto e resistente a qualsiasi sistema di fissaggio per carichi pesanti è certificato per la resistenza ad estrazione e taglio. Il pannello Brik si posa con collante poliuretanico e fa presa in 10 minuti. Il pannello Brik si rifinisce velocemente con una rasatura, i rivestimenti ceramici possono essere incollati direttamente sulle pareti grezze. Può essere usato sia in interni che in esterni, in ambienti umidi, rende le pareti pronte e utilizzabili in 8 ore.

Rispetta i Criteri Ambientali Minimi

COME DA DECRETO MINISTERIALE

Le pareti costruite con i pannelli in calcestruzzo Brik assolvono i criteri ambientali minimi Certificato CAM come previsto da DM 11-10-2017 Par 2.4.2.2 per gli elementi in calcestruzzo, resi obbligatori dal Decreto Rilancio Art 119 per accedere alle detrazioni del 110%.


Certificato N. P 3522 >


Foto 1
1. Posizionamento del contro telaio della porta e fissaggio con nastro adesivo ai calandri di posa, installazione degli eventuali angolari per il fissaggio della nuova parete alle strutture già esistenti.
Foto 2
2. La posa del primo corso può avvennire direttamente sul pavimento con il collante Spidilgù oppure sul massetto del solaio grezzo con la Malta M330 oppure con lo Spidicem presa rapida.
Foto 3
3. Fissaggio del contro telaio al primo corso di pannelli con le viti.
Foto 4
4. Il montaggio avviene alternando il senso di posa da sinistra verso destra e da destra verso sinistra ripetendo le operazioni di fissaggio del contro telaio e della parete alle strutture esistenti.
Foto 5
5. Il montaggio avviene alternando il senso di posa da sinistra verso destra e da destra verso sinistra ripetendo le operazioni di fissaggio del contro telaio e della parete alle strutture esistenti.
Foto 6
6. Il montaggio avviene alternando il senso di posa da sinistra verso destra e da destra verso sinistra ripetendo le operazioni di fissaggio del contro telaio e della parete alle strutture esistenti.
Foto 7
7. Stessa operazione di fissaggio avverrà in corrispondenza degli angolari a cerniera posti al soffitto. Con il collante Spidiglù verrà colmato lo spazio tra soffitto e parete su ambo i lati.
Foto 8
8. Stessa operazione di fissaggio avverrà in corrispondenza degli angolari a cerniera posti al soffitto. Con il collante Spidiglù verrà colmato lo spazio tra soffitto e parete su ambo i lati.
Foto 9
9. Foratura dei pannelli per l’inserimento delle scatole per l’impianto elettrico.
Foto 10
10. L’inserimento e fissaggio dei corrugati e delle scatole degli impianti.
Foto 11
11. Pulizia della parete e dell’ambiente di posa.

BRIK RASATO SULLE SUPERFICI

Foto 12a
12a.
Foto 13a
12a - 13a. Preparare l’impasto del P180 nelle quantità definite ed applicare direttamente alle pareti. La prima mano, che serve a riempire con 2-3 mm di spessore, va effettuata con la spatola lunga (americana) in tutte le direzioni che rimangono più comode. L’ultima passata della mano a riempire va effettuata in senso orizzontale, questo è importante perché con la spatola lunga si riesce a livellare tre file di pannelli sovrapposti (vedi foto). Questa operazione serve anche ad orientare le fibre in senso orizzontale.
Foto 14a
14a. A distanza di un’ora circa, sulla prima applicazione indurita e fresca, si può applicare la seconda mano di P180 sempre con la spatola lunga in senso verticale. Questa operazione serve ad orientare le fibre in senso verticale così da formare un reticolo con quelle applicate nella prima mano.
Foto 15a
15a. Il battiscopa verrà incollato sempre con il Collante Rasante P180.
Foto 16a
16a. Dopo la seconda mano di P180 si può procedere alla finitura delle pareti.
Foto 17a
17a.
Foto 17b
17a - 17b. Per una finitura “a civile” la seconda mano di P180 può essere rifinita con il frattazzo a spugna prima dell’indurimento. Si ottiene una superficie piana e porosa che grazie alle palline di vetro è resa uniforme con semplici operazioni. Questa operazione può essere effettuata anche sulla prima mano se applicata a spessore.
Foto 18a
18a.
Foto 18b
18a - 18b. Sulle superfici preparate con il P180, per ottenere una “finitura liscia” e uniforme si interviene con il Rasante P190 applicato con la spatola corta.
Foto 19a
19a. La parete così preparata è pronta per ricevere la tinteggiatura.
Foto 20a
L’applicazione dei carichi può avvenire immediatamente in qualsiasi punto e con qualsiasi sistema di fissaggio.

BRIK RIFINITO CON LASTRE IN CARTONGESSO

Foto 12b
12b. Incollaggio della lastra in cartongesso con il collante Spidiglù. Applicare striscie di colla alla distanza di circa 30 cm una dall’altra.
Foto 13b
13b.
Foto 14b
13b - 14b. Applicazione delle lastre alla parete con il collante…
Foto 15b
15b. ...e con le viti.
Foto 15c
15c. Si procede poi con la stuccatura dei giunti.
Foto 16b
16b. Parete rifinite con lastre di mm 12.5 applicate in ambo i lati.
Foto 17b
17b. Soluzione con lastra accoppiata con lana minerale e lastra standard per ottenere valori di 50 dB ed EI 180.
Foto 18b
18b. Soluzione con lastra di cartongesso accoppiata con poliuretano per migliorare l’isolamento termico.
Foto 19b
19. Dispositivo in profilato di acciaio (angolare a cerniera) per l’ancoraggio al soffitto.
Foto 20b
20b. Le piastrelle vanno applicate direttamente sulla parete Brik con i collanti P120-P180-P300.

Caratteristiche tecniche

Pannello BRIK 7,5

Pannello BRIK 9,5

SOLUZIONE PER DIVISORI TRA UNITÀ ABITATIVE RESIDENZIALI, ALBERGHI, ATTIVITÀ SCOLASTICHE, UFFICI PUBBLICI...


Il pannello Brik è prodotto con un calcestruzzo vibrocompresso di argilla espansa di particolare composizione granulometrica adatto ad accogliere le viti di fissaggio delle lastre.
Il pannello Brik è reso idrorepellente così che può essere impiegato per la costruzione di pareti interne, esterne e per ambienti umidi.
Il pannello Brik ha gli incastri sui quattro lati e le superfici sono piane e porose, questo per consentire sia la facilità di posa con l'autoallineamento che il grip necessario ai collanti, ai rasanti e agli intonaci.
Le pareti costruite con il pannello Brik possono ricevere sia le lastre di gesso che le lastre in cemento, ricevere la posa di piastrelle e rivestimenti ecc. direttamente con il collante di posa (P120), possono essere rasate (nei bagni sopra i rivestimenti), e intonacate se poste all'esterno.

Tipologia e dimensioni

 

  Spessore cm Peso pannello kg
Peso kg/mq
Peso bancale kg
Bancale num. pezzi
Bancale mq.
Acustica/resistenza al fuoco
Acustica/resistenza al fuoco
logo_pannello_brik

7,5

15,50 62 740 48 12

39 dB

Senza rasatura faccia a vista posato con collante Spidiglù

39 dB - EI 90

Rasato su entrambe le facce posato concollante Spidiglù

logo_pannello_brik

9,5

18,50 74 725 39 9,75

EI 60

Senza rasatura faccia a vista posato con collante P120

EI 90

Rasato su entrambe le facce posato concollante Spidiglù



Materiali di completamento

Spidiglu
P180Rasante Collante
P190Rasante Fine
Spidicem
P120
Malta M330

Guarda video